Vai ai contenuti

Un nuovo codice comunicativo

UN NUOVO CODICE COMUNICATIVO

UN NUOVO CODICE COMUNICATIVO


All'interno del viaggio psicoanalitico, nell'accezione moderna pertanto non più sul lettino psicoanalitico ma in posizione frontale, si apprende un codice comunicativo che apre a significati nuovi legati alla propria esistenza.

La preziosità della psicoterapia frontale sta nell'acquisizione di tutto quel materiale emotivo comunicato non verbalmente ma attraverso il linguaggio non verbale, che può confermare il contenuto comunicativo o disconfermarlo, ovvero arricchirlo. La scelta dell'assetto frontale sta nella adeguamento alla realtà legata ai tempi del lavoro terapeutico che non può essere dilatato come nel passato, sia in riferimento alla durata del lavoro sia alla frequenza delle sedute un tempo 4-5 a settimana.

Oggi la frequenza degli incontri e la lunghezza del trattamento, per varie necessità interne ed esterne sono cambiati, pertanto questa modalità frontale permette una quantità di informazioni maggiori in breve tempo ed una relazione terapeutica più intensa basata anche su dinamiche transferali e controtransferali legata a condivisioni emotive oltre che a rappresentazioni mentali e fantasie che emergono all'interno del setting analitico e del campo mentale condiviso.

Affrontando come pretesto di riflessione la tematica relativa alla scelta del partner,quindi la parte affettiva significativa e progettuale,è importante considerare che essa non è mai conscia o almeno è un'illusione che sia conscia poiche in relatà è fortemente mossa dal contenuto inconscio. Noi siamo attratti e attiriamo un certo tipo di persone in un momento specifico della nostra esistenza, seppur non conosciamo l'altro, in modo inconscio. Se il modello originario di coppia genitoriale interiorizzato funziona, la scelta del partner sarà una scelta evolutiva, se il modello interiorizzato è disfunzionale, patologico la scelta insonscia del partner sarà orientatata verso una coazione a ripetere relazioni disfunzionali ed il conseguente fallimento della vita affettivo sentimentale.

Per sciogliere la dinamica inscoscia disfunzionale attraverso la comprensione emotiva del modello genitoriale originario l'analizzando acquisirà un nuovo codice comunicativo, che diverrà parte della sua struttura emotivo cognitiva e arricchirà di conoscenze e strumenti di decodifica delle dinamiche che si (ri) attivano nella relazione significativa. Esse si trasferiscono dalla relazione familiare originaria, alla relazione attuale.

La capacità di vedere la realtà affettivo relazionale verticalizzando la conoscenza di sé attraverso una maggiore comprensione delle dinamiche attivate all'interno della relazione con l'altro  significativo, restituisce o struttura una dimensione nuova del modo di stare al mondo da un punto di vista relazionale. Questo nuovo assetto acquisito all'interno del lavoro di analisi cambia completamente il modo di vedere sentire la realtà dell'individuo risignificando il senso stesso dell'esistenza.


In questa accezione la psicoanalisi intesa come luogo, spazio di pensiero-meta per affrontare e modificare il significato dei sintomi legati ad un disagio manifesto (diagnosi di personalità  secondo il DSM-V, descrizione psicodinamica della struttura di personalità  e trattamento terapeutico) per passare ad un'altra fase, in assenza di sintomo disfunzionale che porta ad un percorso di individuazione separazione e giungere a livelli evolutivi significativi, che saranno visibili in tutte le aree della personalità armonizzandone le caratteristiche. A questo punto del lavoro terapeutico l'analizzando potrà fruire di tutte le sue risorse disponibili, prima bloccate, migliorando la qualità della vita interpersonale, sociale, intrapsichica e professionale.


Aut.sanit.n°66 del 21-05-2003
P.I.08501381001
Torna ai contenuti