Vai ai contenuti

Psicoterapia Breve e D'Urgenza

PSICOTERAPIA BREVE E D'URGENZA

Psicoterapia Breve e d'Urgenza


Il primo importante obiettivo strategico  nella psicoterapia breve (psicodinamica) e d'urgenza è la tempestività nell'effettuare l'ipotesi diagnostica. Essa è un elemento indispensabile per rendere tempestivo e mirato  l'intervento terapeutico; ciò si può ottenere con l'attenta osservazione di una serie di indizi, che si rivelano allo psicologo durante l'incontro con il paziente. Tuttavia, per riuscire ad effettuare un intervento d'urgenza ed un trattamento breve, lo specialista deve avere una notevole conoscenza della psicopatologia e cogliere con attenzione ogni dettaglio che emerge dal colloquio con il paziente.

Lo psicologo ponendosi in un assetto di "osservatore partecipante", deve fare il vuoto dentro di sè e lasciarsi attraversare da ciò che sta avvenendo in quel dato momento "nel qui e ora", liberandosi da eventuali pregiudizi e preconcetti, durante l'incontro con il paziente, senza trattenere quegli elementi che potrebbero confermare quell'ipotesi diagnostica iniziale.

Per lo psicologo centrale sarà:

    - Saper ascoltare e riflettere.

    - Avere la capacità di accogliere le contraddizioni nella narrazione e le distonie.

    - Considerare tutti quegli elementi per fare diagnosi di personalità.

Per quest'ultimo punto è fondamentale comprendere:

    - Come si presenta il paziente al primo incontro.

    - Il livello delle angosce.

    - Il rapporto con la realtà.

    - La motivazione interna o esterna che spinge il paziente ad intraprendere un percorso terapeutico.

    - I meccanismi difensivi utilizzati e le resistenze.

    - La capacità di gestire le frustrazioni e le reazioni ad essa.

L'uso dei sogni, delle libere associazioni, dell'astinenza e delle regole di setting restano quelle proprie della psicoterapia psicodinamica la cui durata sarà proporzionale all'organizzazione di personalità  del paziente.

Aut.sanit.n°66 del 21-05-2003
P.I.08501381001
Torna ai contenuti